venerdì 10 febbraio 2017

MTC 63, il pollo fritto ed una mancata promessa!!!!



…… proprio così, si tratta di una mancata promessa!!
Tutto nasce 1 mesetto fa, quando il marito chiese: che facciamo per il mio compleanno???
 La mia risposta: non cucino, andiamo al ristorante messicano, così ordiniamo il pollo fritto con la salsa barbecue!!! Ti ricordi quanto era buono???? 😉
E lui: ci sto!!!
 questa la promessa, che non è stata mantenuta per colpa del mtc, che ne sapevo, io, che il 5 febbraio la ricetta proposta da Silvia, era proprio quella!!!! Non ho mai pensato e preparato una ricetta per la sfida con questa rapidità, insomma l’occasione era proprio ghiotta, avevo 48 ore di tempo e trovare una scusa per non andare al messicano!!! Ho cominciato ovviamente a girare intorno al discorso, con frasi di circostanza, della serie: non possiamo evitare di uscire con questo freddo, il piccolo è raffreddata, poi siamo stati due giorni fa a cena fuori, a mangiare schifezze, restiamo a casa, e rimandiamo… insomma, alla fine l’ho convinto, si far per dire!! Ovviamente io avevo già in mente tutto dalla panatura alle salse ed il contorno, quindi mi sono messa di impegno ed ho cercato di ricreare il piatto che a noi è piaciuto tanto!! Con tanto di tavola imbandita, piatti e bicchieri coloratissimi il pollo fritto è stato servito, la cena simil messicana ha avuto un gran successone, quindi missione compiuta, ricetta per la sfida eseguita! 😊
Ho scoperto che il pollo marinato e fritto così è un qualcosa di sublime, ovviamente già anche la mamma si è prenotata per rifarlo! Vi lascio alle mie ricetta, un abbraccio, Fabiola.



POLLO FRITTO PANATURA CON FARINA e salsa allo yogurt con senape e miele (versione creativa):



  • 500 g di pollo con pelle e ossa
  • 150 g di farina di grano saraceno
  • ½ buccia di limone grattugiata, finemente
  • Sale
  • Pepe
  • 600 g di olio per friggere di semi di girasoli

latticello, (ho utilizzato il secondo metodo proposto da Silvia):
  • 125 g di latte parzialmente scremato
  • 125 g di yogurt magro
  • 1 cucchiaio di salsa di senape
  • 5 ml di succo di limone filtrato

latticello: in una ciotola versate latte e yogurt, mescolate per bene, unite succo di limone e la salsa di senape, fate riposare per 15 minuti, versate il composto sul pollo, messo in una ampia ciotola, coprite con pellicola e fate riposare almeno per 4 ore, io ho preferito lasciarlo per tutta la notte.




Il giorno seguente, rimuovete il pollo dalla marinatura, e fate scolare su di una gratella per almeno mezz'ora. Nel frattempo preparate la ciotola, ampia, con la panatura, mescolando la farina, la buccia di limone, sale e pepe. Cominciate a panare il pollo, pressando leggermente le carni, scuotete per eliminare la farina in eccesso, poggiate in un piatto e continuare finchè non avete finito il pollo. A questo punto fate riscaldare a 180° C l’olio, misurando con un termometro da cucina. Immergete completamente i pezzi, non più di 3 per volta, di pollo, appena raggiunge una colorazione dorata ed omogenea, ci vorranno circa 6/8 minuti, a seconda della grandezza del pollo, scolatelo dall’olio e poggiatelo su un piatto ricoperto da carta assorbente. Una volta asciutto, per mantenerlo in caldo, trasferitelo in una teglia, ricoperta da carta assorbente, dentro il forno a 120°C.

Salsa allo yogurt senape e miele:
  • 150 g di yogurt magro
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 cucchiaio di salsa di senape
  • Succo di mezzo limone

In una ciotola unite tutti gli ingredienti, mescolate per bene, ricoprite con la pellicola e fate riposare in frigo per almeno 6 ore, il mio consiglio è di preparare la salsa il giorno prima.


POLLO FRITTO PANATURA PANE E UOVO e salsa barbecue piccante:

  • 500 g di pollo con pelle e ossa
  • 2 uova medie
  • 100 g di farina
  • 100 g di pan grattato
  • Sale
  • Pepe
  • 600 g di olio per frigger di semi di girasole

latticello, (ho utilizzato il secondo metodo proposto da Silvia):
  • 125 g di latte parzialmente scremato
  • 125 g di yogurt magro
  • 5 ml di succo di limone filtrato

latticello: in una ciotola versate latte e yogurt, mescolate per bene, unite succo di limone, fate riposare per 15 minuti, versate il composto sul pollo, messo in una ampia ciotola, coprite con pellicola e fate riposare almeno per 4 ore, io ho preferito lasciarlo per tutta la notte.

   

Il giorno seguente, rimuovete il pollo dalla marinatura, e fate scolare su di una gratella per almeno mezz'ora. Nel frattempo preparate la ciotola, con le uova salate e pepate, sbattute per bene, ed altre due ciotole una con farina e l’altra con pan grattato. Cominciate a panare il pollo, passandolo prima nella farina, pressando leggermente le carni, scuotete per eliminare la farina in eccesso, poi nell’uovo e per finire nella ciotola con il pan grattato, pressando nuovamente le carni poggiate in un piatto e continuare finchè non avete finito il pollo. A questo punto fate riscaldare a 180° C l’olio, misurando con un termometro da cucina. Immergete completamente i pezzi, non più di 3 per volta, di pollo, appena raggiunge una colorazione dorata ed omogenea, ci vorranno circa 6/8 minuti, a seconda della grandezza del pollo, scolatelo dall’olio e poggiatelo su un piatto ricoperto da carta assorbente. Una volta asciutto, per mantenerlo in caldo, trasferitelo in una teglia, ricoperta da carta assorbente, dentro il forno a 120°C.

Salsa barbecue piccante:
  • 200 g di passata di pomodoro
  • 20 g di concentrato di pomodoro
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • una punta di peperoncino in polvere
  • 25 g di burro
  • 25 g di olio d’oliva
  • 20 ml di aceto
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 50 g di senape
  • 1 cucchiaino di tabasco
  • Sale

Tritate finemente cipolla ed aglio, in una casseruola fate soffriggerli, a fiamma dolce, nell’olio e burro, per circa 8 minuti. Sfumate con l’aceto, aggiungere la passata di pomodoro, il concentrato, zucchero e senape, cuocete per 20 minuti, mescolando di tanto in tanto, a fine cottura aggiungere il tabasco il peperoncino, se necessario aggiustate di sale, il mio consiglio è di preparare la salsa il giorno prima. Ricetta presa da qui

Cipolle caramellate all’aceto balsamico, ho utilizzato il bimby:
  • 200 g di cipolle rosse di tropea
  • 30 g di aceto balsamico
  • 60 g di olio d’oliva
  • 12 g di zucchero
  • 7 g di sale

Unite nel boccale del bimbi, le cipolle tagliate affettate, non troppo finemente, unite l’olio d’oliva, e fate soffriggere 3 minuti a 100°. Unite l’aceto, sale, e zucchero e cuocete per 20 minuti a 90°.


banner_sfidadelmese_n63



8 commenti:

  1. E buon compleanno passato a tuo marito allora! La salsina allo yogurt mi piace tanto tanto!

    RispondiElimina
  2. Auguri al maritino e complimenti per pollo, salse e foto!

    RispondiElimina
  3. Roba da matti, c'è chi fa il diavolo a 4 per farsi portare a cena fuori e chi percstare accada 😂 Cosa non si fa per il nostro blog!
    Succulento il pollo (naturalmente)

    RispondiElimina
  4. Che bella idea preparare una festa a sorpresa, e che bello quel paniere con il tovagliolo a quadretti colmo di pollo fritto sembra di essere ad un picnic. Hai eseguito bene tutti i passaggi delle ricette e dalle foto si vede la netta differenza tra le due panature fritte, entrambe croccanti ed asciutte. Il pollo è cotto perfettamente grazie alla marinatura ed il suo interno è umido ed invitante che vien voglia di dargli un morso :-) Gli abbinamenti che proponi tra panatura e salsa sono ben equilibrati: il limone si sposa bene con senape e miele e la salsa barbecue si abbina alla grande con la più consistente panantura fatta con l'uovo. Infine le cipolle in agrodolce, che bontà, fanno da liaison tra le due ricette. Brava un buon fritto saporito e croccante :-)

    RispondiElimina
  5. Bè se posso permettermi molto meglio quello che hai fatto tu, l'aspetto è delizioso e mi sembra che il piccolo abbia apprezzato tantissimo :-) Un bacione

    RispondiElimina
  6. Un pollo fritto perfetto altro che pollo fritto alla messicana, e quelle cipolle ci stanno alla perfezione!!!

    RispondiElimina
  7. Davvero i tuoi abbinamenti sono golosi e ben costruiti.
    Bravissima.

    RispondiElimina
  8. secondo me, il ristorante messicano ha vita breve. lascia che si sparga la voce che prepari questo pollo ;)
    bravissima!

    RispondiElimina

Se passi, lascia un commento, fa sempre piacere, GRAZIE.
A tutti coloro che si firmano Anonimo, li informo che il loro messaggio verrà eliminato.