sabato 29 luglio 2017

Caponata di peperoni



.. buongiorno e buon sabato, eccomi oggi qui per contribuire alla giornata dedicata alla caponata per il Calendario del cibo italiano. Ricetta molto estiva, preparata con gli ingredienti dell'orto del mio papà, quindi un piatto molto genuino. Fino a qualche anno fa ero una di quelle che i peperoni non li assaggiava neppure, adesso invece cominciano a piacermi in molte ricette, si "matura" anche se si è abbastanza grandi a quanto pare 😊!
La ricetta non prevede dosi specifiche, quindi come ho fatto io ad occhio dovete cercare di equilibrare tutti gli ingredienti, l'unica cosa abbondante deve essere la cipolla, vi lascio alla ricetta, un buon fine settimana, Fabiola.

Ingredienti:
  • peperoni
  • pomodorini piccadilly
  • cipolla rossa di tropea
  • olive verdi denocciolate, non salate
  • capperi
  • olio d'oliva extravergine
  • sale
  • zucchero
pulite tutte le verdure, tagliate i peperoni a striscette, i pomodorini a metà e la cipolla a fettine, in modo grossolano, unite tutte le verdure in una teglia da forno, salate e mescolate. A parte preparate l'emulsione con olio d'oliva, 1 cucchiaio di zucchero e aceto, mescolate per bene, versate sulle verdure infornate, coprendo con carta stagnola per 2 ore, di tanto in tanto mescolate e rimettete in forno, quando i peperoni sono a metà cottura, unite i capperi, dissalati e le olive, continuate la cottura finchè le verdure non sono cotte. 

martedì 25 luglio 2017

ÆBLESKIVERS ALLO ZENZERO



....oggi offro la colazione io....quindi buongiorno!!
Ricetta tratta dall'ultimo libro targato MTC, Crepes in the new black, anche se mtc è fermo causa ferie estive, noi della community non ci fermiamo proprio, quindi entro il 31 luglio chi voleva poteva riproporre una ricetta e, ovviamente fotografarla con il libro, ed eccomi con questa ricetta della Mapi,  ripropongo, gli ÆBLESKIVERS, ricetta della Danimarca, che non conoscevo affatto, ho deciso di metterci dentro della confettura ed ho aromatizzato, l'impasto, con un pizzico di zenzero...golose e riuscite alla grande! Spero di avervi convinto, quindi cosa aspettare correte in libreria e comprate il libro da cui potete rifare ricette meravigliose come questa!
Un abbraccio, Fabiola.

Ingredienti per 8 pezzi:
  • 160 g di farina
  • 1 cucchiaio di burro
  • 1 uovo
  • una punta di cucchiaino di lievito per dolci
  • un pizzico di sale
  • 125 ml di latte
  • 1/2 cucchiaio di zucchero
  • fiordifrutta agrumi e zenzero Rigoni d'Asiago


in una terrina unite farina, zucchero, lievito e sale, separate l'albume dal tuorlo, sbattetelo leggermente, unite il latte con il burro tiepido, mescolate e versate negli ingredienti secchi, amalgamate per bene senza far formare grumi. Montate a neve l'albume, versatelo nell'impasto e con una spatola dal basso verso l'alto amalgamate per bene. Imburrate ogni singolo spazio della padella versate due cucchiaini di impasto, fate rapprendere, aggiungete la confettura e coprite con la restante dose, fate cuocere entrambi i lati, servite caldi.

giovedì 20 luglio 2017

Sfincione


..presente oggi, per contribuire alla giornata delle focacce e pizze condite, per il Calendario de cibo italiano. Tra i vari contributi non potevo mancare con lo sfincione palermitano, uno dei nostri piatti della tradizione, della famiglia dei street food per eccellenza!
La tradizione narra che le suore del convento di San Vito a Palermo, lo inventarono, per sostituire nel periodo festivo il pane semplice con qualcosa di diverso, ma c'è anche chi afferma che furono gli ambulanti, con i "lapini", i venditori nei pressi di Porta Sant'Agata a proporre la ricetta originale.
Il nome deriva da "sfincia", qualcosa di soffice infatti quando lo sfincione è riuscito bene si fa il paragone con le sfince: "è muoddu comu na sfincia" si dice!
Oltre alla ricetta tradizionale esiste una versione, fatta a Bagheria, in bianco in cui la salsa di pomodoro viene sostituita da tuma o ricotta, io personalmente non l'ho mai fatta, ma sono sicura che sarà particolare come lo sfincione che ho proposto.
Vi lascio alla ricetta, e se siete curiosi provate la ricetta non ve ne pentirete, un abbraccio, Fabiola.


Ingredienti:

per la pasta:


  • 500 g di farina di rimacino
  • 50 g di strutto
  • 50 g di zucchero
  • 5 g di lievito di birra
  • 13 g di sale
  • 1 tazzina di latte
  • 1/2 tazzina di olio extravergine
  • acqua tiepida q.b.


per il condimento:


  • 1/2 litro di passata di pomodoro
  • 3 acciughe sott'olio
  • 4 cipolle scalogne
  • origano
  • olio extravergine
  • un pizzico di zucchero
  • 50 g di cacio cavallo fresco
  • pangrattato
  • cacio cavallo grattugiato



fate sciogliere il lievito nella tazzina di latte appena tiepida, unite in una ciotola capiente, tutti gli ingredienti, lavorate energicamente, per finire unite il lieviti, continuare a lavorare,  l'impasto deve rimanere abbastanza liquido, quindi aggiungete un pò di acqua in più del solito, in modo che dopo 2 ore di lievitazione l'impasto raggiunge un volume pari ad almeno il doppio di quello iniziale.
Nel frattempo preparate il condimento: tagliate le cipolle a striscette, mettetele in un tegame con un pò di acqua in modo tale che appassiscono, aggiungete le sarde a pezzettini per fatele sciogliere, aggiungete l'olio, la passata e l'origano, farlo cuocere per un 20 minuti a fiamma bassa, fate raffreddare appena è cotto.
Suddividete la pasta lievitata nelle varie teglie, allargate, non deve essere troppo sottile,  un consiglio per stenderla bagnarsi le mani, a questo punto aggiungete il cacio cavallo fresco tagliato a cubetti, distribuite il condimento, aggiungete una spruzzata di cacio cavallo grattugiato, il pangrattato, origano ed un filo d'olio, infornate a 250° C per 15 minuti, servite tiepido tagliato a porzioni.


martedì 18 luglio 2017

Gelato alla vaniglia variegato alla nocciolata


...buongiorno.... voglia di gelato?? Si, spero, con queste temperature così calde io mi nutrirei solo di questo!!! Quest'anno ho ripreso a farli, con la scusa di accontentare la mia bimba per la merenda mi sono rimessa in gioco con il gelato, questo è una rivisitazione del gelato pinguino preso da qui, mi è piaciuto tanto, e non solo a me, con la nocciolata che lo ha reso particolare per la parte croccante che si sentiva ad ogni morso! Sperimenterò altro, quindi rimanete sintonizzati qui.... vi abbraccio, Fabiola.

Ingredienti per 6 gelati:

  • 300 ml di latte intero
  • 100 g di zucchero
  • 130 ml di panna fresca
  • 1 baccello di vaniglia
  • 5 cucchiai di Nocciolata Rigoni d'Asiago



in un pentolino unite il latte e il baccello di vaniglia, portare a bollore, spegnete la fiamma e lasciata in infusione per 20 minuti. Passato il tempo unite la panna e lo zucchero, rimettete il pentolino sul fuoco e mescolando portate il composto alla temperatura di 85° C, arrivati a temperatura trasferite in una ciotola con acqua è ghiaccio, per raffreddare in modo veloce, se l'acqua si riscalda cambiatela e unite altro ghiaccio, appena è completamente freddo, trasferite il composto in un contenitore ermetico e fate riposare per 2 ore. Per finire lavorate 20 minuti nella gelatiera, versate la nocciolata, a filo mentre la gelatiera è in funzione, fare lavorare per altri due minuti, trasferite il gelato nello stampo, con stecco, io ho usato Pavoni, trasferite nel congelatore per almeno 4 ore, sformate e servite. 

giovedì 13 luglio 2017

Cazzilli



...oggi sono qui per ri-proporre i cazzili, cioè le classiche crocchè di patate, dedicati alla giornata del cibo di strada per il Calendario del cibo italiano.
Sono un vero must del cibo di strada tipico della cucina palermitana, si possono gustare da soli nel classico coppino, il cono di carta, oppure accompagnano il panino con le panelle, hanno una forma ovale allungata che li caratterizza, gli ingredienti principali sono le patate vecchie, aglio prezzemolo sale e uovo, panati prima della cottura. Vengono fritte in olio molto caldo, di solito lo stesso olio che viene usato per la cottura delle panelle. Chi viene a Palermo non può perdersi l'occasione per gustare questa, nostra delizia, per le friggitorie ambulanti e non il trittico pane pannelle e crocchè è qualcosa di sacro, purtroppo descrivere il sapore è impossibile, quindi non vi resta che provare a farli a casa, e se avete la possibilità di venire dalle mie parti sapete che una tappa importate sono proprio i cazzilli.
Vi lascio alla ricetta un abbraccio, Fabiola.

Ingredienti:
  • 500 g di patate vecchie
  • 1 uovo
  • prezzemolo
  • sale
  • 2 spicchi d'aglio
  • olio per friggere
per la panatura:
  • pangrattato
  • sale
la sera prima bollite le patate in acqua salata, appena sono cotte scolatele, togliete la buccia e passatele al setaccio, riponete l'impasto in una ciotola coperta da un canovaccio. Il giorno dopo condite l'impasto con l'uovo il prezzemolo e l'aglio tritato finemente e il sale amalgamate per bene, cominciate a formare i cazzilli con le mani unte di olio, prelevate una piccola quantità di impasto e lavorate dandogli una forma ovale, formate tutti i cazzilli , adagiateli in un vassoio, passateli nel pangrattato, condito con il sale, friggete in  olio bollente e servite.

Un consiglio prima provate la cottura con 2-3 cazzilli, se dovessero aprirsi aggiungete del pangrattato nell'impasto. 





sabato 8 luglio 2017

Insalata di riso con verdure



Buongiorno e buon sabato, caldo, estate quindi insalate!
Per il Calendario del cibo italiano oggi è la giornata dedicata proprio all'insalata di riso e pasta.
Io ho proposto una semplice insalata di riso con verdure, di stagione ovviamente, ho solo "dovuto" mettete la zucchina genovese grattugiata in quanto non ne avevo a disposizione quindi ho attinto dalle scorte in congelatore.
Vi auguro un sereno fine settimana un abbraccio, Fabiola.

Ingredienti:
  • 250 g di riso Arborio
  • 1 zucchina  (io grattugiata)
  • 1 peperone giallo
  • 1 rosso
  • 1 melanzana
  • 1 carota
  • pomodorini datterini
  • 1 scalogno
  • 2 spicchi d'aglio
  • olio d'oliva extravergine
  • erba cipollina
  • basilico
  • sale
  • pepe
tagliate a cubetti le verdure, già pulite e lavate, salate solo la melanzana e mettete a scolare per 30 minuti. In una padella dal fondo spesso unite scalogno, grattugiato aglio e olio d'oliva, fate imbiondire, unite la carota ed i peperoni, fate cuocere a fiamma dolce, con il coperchio, per 10 minuti, ma  mano unite la melanzana, cuocete per altri 10 minuti, a questo punto unite la zucchina i pomodori, le foglie di basilico, salate, ultimate la cottura per altri 15 minuti. Cuocete in acqua salata il riso, scolate al dente, trasferitelo in una pirofila larga, per farlo raffreddare. Freddo conditelo con l'erba cipollina sminuzzata, pepe e olio d'oliva, aggiustate di sale se necessario, aggiungete le verdure, mescolate per bene, fate riposare 30 minuti almeno, prima di servire.


mercoledì 5 luglio 2017

Spaghetti all'agliata


Buongiorno e buon mercoledì, oggi sono qui per proporvi un primo piatto, dedicato al Calendario del cibo italiano per la giornata della spaghettata di mezzanotte. Avevo già proposto questo primo piatto tratto da un libro, l'unica differenza è che questa volta ho usato le mandorle al posto delle noci, riuscita ottima comunque, è un primo che preparo in quelle giornate in cui non ho tempo per pensare al pranzo, mi salva in tante occasioni. 
Vi lascio alla ricetta, un abbraccio, Fabiola.

Ingredienti:

  • 300 g di spaghetti
  • 500 g di mandorle
  • 80 g di mollica di pane fresco
  • 3 spicchi d'aglio
  • latte q.b.
  • 50 g di burro
  • sale
in una ciotola, unite il latte e la mollica sbriciolata. Lavorate le mandorle in un mortaio insieme all'aglio, già pulito, fino ad ottenere una pasta omogenea. Alla pasta di mandorle unite la mollica, non strizzata, dovete solo togliere il latte che non si è assorbito, continuate a lavorare finchè non si omogenizza il tutto. In una pentola potate a bollore l'acqua salata, cuocete le tagliatelle e scolatele al dente. Passatele in un salta pasta, dove unirete la salsa di mandorle e mollica, ed il burro, mantecate e servite.

martedì 27 giugno 2017

Gelato al cappuccino per il club del 27




....scocca il 27, come ogni mese ritorna l'appuntamento con il club del 27, questo mese protagonista il gelato, della famosa sfida della Mapi la numero 22, in cui ci propose il gelato, e devo ammettere che in quell'occasione imparai a farlo! Come sempre tutto il club partecipa con tantissime ricette una più invitante delle altre, io ho decido di provare quello al cappuccino di Debora, ho diminuito notevolmente le dosi di zucchero, per il mio gusto troppo dolce, adesso non vi resta che andare a curiosare e godervi tanti freschi gelati!
Vi lascio alla ricetta un abbraccio, Fabiola.

Ingredienti:
  • 150 g di latte intero
  • 80 g di zucchero 
  • 2 tuorli, di uova piccole
  • 125 ml di panna fresca
  • 1 cucchiaio di chicchi di caffè
  • 1 cucchiaino di caffè solubile
per decorare:
  • panna montata
  • cacao amaro
  • chicchi di caffè di cioccolato


in un pentolino unite latte, metà dello zucchero, i chicchi di caffè e il caffè solubile, a fiamma dolce fate sciogliere lo zucchero, mescolando, portate a bollore, spegnete e lasciate in infusione per 30 minuti. Nel frattempo montate i tuorli con il restante zucchero, appena il composto scrive, filtrate il latte e versate a filo sulle uova, mescolate, trasferite il tutto in un tegame, cuocete a bagnomaria fino a raggiungere una temperatura di 85° C. Abbattete la crema inglese immergendo il tegame in una ciotola con acqua e ghiaccio, mescolando di continuo, se l'acqua riscalda sostituirla con altra. Appena la crema è fredda unite la panna anch'essa fredda, mescolate e trasferite in un contenitore ermetico, riponete in frigo per tutta la notte. In giorno dopo montate il gelato nella gelatiera per 20 minuti, ovviamente il cestello deve essere messo nel congelatore fino al momento dell'utilizzo. Appena il gelato è montato, trasferite in un contenitore prima di servirlo mettetelo nel congelatore per almeno 1 ora. Servite il gelato al cappuccino con panna montata, una spolverata di cacao e i chicchi di cioccolato. 






Con la stessa ricetta partecipo anche alla giornata dedicata al gelato per il Calendario del cibo italiano




lunedì 26 giugno 2017

Semifreddo alla ricotta



Buongiorno e buon inizio di settimana, oggi, per il Calendario del cibo italiano è la giornata dedicata al semifreddo, ecco che io contribuisco con una versione alla ricotta e limone. Ammetto che non lo avevo mai preparato, mi ha colpito intanto la semplicità dell'esecuzione e molto di più la resa, si mantiene morbido e con questo caldo è ideale per rinfrescarsi un pò. 
Vi lascio alla ricetta, ovviamente questa ricetta va a far parte della mia rubrica "Cominciamo con qualcosa di dolce", buona settimana un abbraccio Fabiola.

Ingredienti:
  • 300 g di ricotta di pecora
  • 3 uova piccole
  • 70 g di zucchero
  • 100 g di panna fresca
  • succo di 1 limone, piccolo
per i limoni caramellati:
  • 1 limone
  • acqua 
  • zucchero



Separate i tuorli dagli albumi, montate quest'ultimi a neve, riponete in frigo, aggiungete ad i tuorli lo zucchero, lavorate con le fruste elettriche, appena avete ottenuto un composto spumoso, unite la ricotta e lavorate per un paio di minuti, per finite unite il succo di limone e mescolate con una spatola. Montate la panna. Ai tuorli unite gli albumi e la panna mescolate delicatamente dal basso verso l'alto con una spatola. In uni stampo di silicone io Pavoni, versate il composto e riponete nel congelatore per almeno 4 ore. 
Per decorare caramellate i limone: tagliate a fette un limone, ogni fetta deve essere spessa circa mezzo centimetro, in un pentolino unite 1 parte di acqua e due di zucchero, a fiamma dolce fate sciogliere lo zucchero, appena è sciolto unite le fette di limone e girando di tanto in tanto fate caramellare, senza far scurire troppo lo zucchero, quando sono pronte adagiatele per qualche minuti in un foglio di carta da forno, sformate il semifreddo e decorate.

venerdì 16 giugno 2017

Roll di mortadella con ricotta e zucchina al miele



Buon pomeriggio, ritorno dopo un pò con una ricetta per il Calendario del cibo italiano, periodo un pò indaffarato, lavoro e fine della scuola mi hanno portato lontano dal mio blog, che mi sono ripromessa di non abbandonare più, anche se lentamente ci sono. Per la giornata degli involtini, ovviamente non solo di carne, ci sono con un'altra versione di roll, dopo la sfida del MTC, mi sono rimasti nel cuore, ho voluto preparare una versione più estiva con le zucchine, riuscita ottima!
Vi lascio alla ricetta, un abbraccio, Fabiola.

Ingredienti:
  • 4 fette di mortadella, spesse
  • 200 g di ricotta
  • 1 zucchina genovese
  • 1/2 cipollotto
  • olio d'oliva
  • sale
  • 1 cucchiaino di miele di bosco Rigoni d'Asiago


pulite e grattugiate la zucchina, in una padella fare imbiondire il cipollotto nell'olio d'oliva, aggiungete la zucchina e fate cuocere a fiamma dolce, per 10 minuti con il coperchio. Aggiuntate i sale unite il miele e ultimate la cottura per 5 minuti. In un'ampia ciotola unite la ricotta e la zucchina ormai fredda, mescolate per bene. Stendete un foglio di pellicola lungo 60 cm, disponete la mortadella sovrapposta, cospargete  la ricotta e la zucchina arrotolate, aiutandovi con la pellicola, fino a chiudere con la parte finale rimasta pulita. Bagnate con acqua un piano da lavoro, stendete altri due fogli di pellicola larghi 60 cm, sovrapponendoli tra loro, Trasferisci il roller, e arrotolate, sigillate le estremità con un nodo stretto e trasferite in congelatore per 2 ore. Tagliate a fette e servite dopo 15 minuti. 

lunedì 5 giugno 2017

Fagottini di fiori di zucchina


...buon inizio di settimana, con una ricetta fresca e solare, ma sopratutto facile!
Per il Calendario del cibo italiano oggi è la giornata dedicata ai fiori di zucca e zucchine, ingredienti molto pregiato, dai mille utilizzi, io ho la fortuna di averli direttamente dall'orto di mio padre quindi riesco a provare tante ricette, amo la loro versatilità!
Ho fatto questi fagottini con un ripieno di ricotta, basilico e provola, cotti al forno, una piccola delizia!
Vi lascio alla ricetta un abbraccio Fabiola.

Ingredienti per 2 fagottini:
  • 10 fiori di zucchina
  • 250 g di ricotta
  • 100 g di provola
  • foglie di basilico
  • sale
  • parmigiano grattugiato
pulite e lavate i fiori, apriteli e asciugateli con della carta assorbente, in una ciotola lavorate la ricotta con il basilico sminuzzato, salate e tagliate la provola a tocchetti, ungete le cocotte, rivestitele con i fiori, salate, lasciando la parte dei petali fuori il bordo, mettete il ripieno di ricotta e i tocchetti di provola, richiudete se serve mettete un fiore come "tappo", spolverate con una manciata di parmigiano, ed infornate per 15 minuti, forno già caldo a 190° C. Appena sono cotti sformate e servite. 






mercoledì 31 maggio 2017

Bavarese alle ciliegie



.. oggi dolce, con frutta di stagione, chiudiamo il mese di Maggio con una bavarese. Per il Calendario del cibo italiano oggi è la giornata dedicata alle ciliegie, io ho deciso di cimentarmi in questa preparazione, non avevo mai fatto la bavarese alle ciliegie, mi è piaciuta, molto fresca nel gusto, e la presentazione elegante la rendono molto invitante. L'ho decorata con delle ciliegie caramellate e dei decori con il caramello. Vi lascio alla ricetta, Fabiola.



Ingredienti per 8 porzioni:
  • 60 g di zucchero + zucchero qb per il caramello
  • 120 g di ciliegie snocciolate + ciliegie per decorare
  • 120 g di panna
  • 6 foglio di colla di pesce
  • 1 cucchiaino di rum

mettete in ammollo, in acqua fredda, la colla di pesce per 15 minuti, frullate le ciliegie con lo zucchero. Montate la panna. Strizzate la colla di pesce e fatela sciogliere in un pò di acqua bollente, unitela alle ciliegie e mescolate. Versate il composto di ciliegie, nella panna, mescolate dal basso verso l'alto con una spatola, delicatamente, distribuite nello stampo, nei vari scomparti, (ho utilizzato Pavoni stampo e piattini). Riponete in congelatore per 2 ore, sformate e mettete in frigo per un'altra ora, nel in un pentolino unite 1 parte di acqua e 2 di zucchero, a fiamma dolce, fate caramellare, quando avrà assunto un colore ambrato, immergere le ciliegie, fatele caramellare per qualche secondo , riponete su un foglio di carta da forno per un paio di minuti e poi adagiatele su ogni bavarese, con il caramello restante fate dei decori per arricchire il vostro dolce, servite.

sabato 27 maggio 2017

Fragole allo sciroppo di basilico


..oggi doppio post, dopo quello dedicato al Club del 27, ci sono anche per dare il mio contributo al Calendario del cibo italiano, che oggi dedica la giornata alle erbe aromatiche e spontanee, ingredienti essenziale di tutti i piatti, le erbe aromatiche, completano e arricchiscono i piatti sia dolci che salati, danno quel tocco in più ad ogni piatto, la mia ricetta è tratta dal libro "Erbe aromatiche", editore Gribaudo, vi auguro un buon fine settimana, Fabiola.

Ingredienti per 4 persone:
  • 200 g di fragole
  • 4 cimette di basilico

per lo sciroppo:
  • 160 g di zucchero
  • 70 ml di vino rosso
  • 8 g di balico
  • 100 ml di olio d’oliva

preparate lo sciroppo, in un pentolino unite tutti gli ingredienti e portate a bollore, per circa 4 minuti, lasciare raffreddare e poi filtrate. Lavate e pulite le fragole tagliatele in 4 parti, nei bicchieri di portata mettete un cucchiaio di sciroppo, le fragole, io ve servato un altro cucchiaio di sciroppo e decorato con le cimette di basilico, servite.

Salade Andalouse di Escoffier per il club del 27




Ecco per l'appuntamento, oramai consueto con il Club del 27, questo mese dedicato al mondo meraviglioso delle insalate, legato al tema del mese della sfida numero 31 del MTC, che ha dato vita al libro Insalate da Tiffany. Questo mese ho scelto una ricetta di Eleonora Pulcini, fresca, perfetta per queste giornate di caldo che abbiamo avuto, ho solo sostituito il prezzemolo con il basilico ed aggiungo una melanzana grigliata. Vi lascio alla ricetta, ovviamente vi invito ad andare a scoprire le ricette delle mie colleghe che per l'occasione hanno preparato, un abbraccio, Fabiola.

Ingredienti:
  • 1 peperone
  • 1 melanzana
  • 1 scalogno
  • 2 pomodori
  • 150 g di riso, tipo Roma
  • sale
  • olio d'oliva
  • aceto 
  • pepe
Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Grigliate il peperone per 20 minuti, appena cominciano a comparire le macchie nere, toglietelo dalla piastra e mettetelo in un sacchetto di carta, come quello del pane, chiudete e fate raffreddare. Pulite e tagliate a fette le melanzana, lavate salate e lasciate scolare per 30 minuti, grigliate le fette e lasciate raffreddare. Pelate i pomodori e tagliateli in 4 parti. Cuocete il riso, in acqua salata, scolatelo per bene. Tagliate le fette di melanzana a strisce, fate lo stesso con il peperone, ovviamente dopo averlo spellato. Nella ciotola di portata, unite riso, le verdure, lo scalogno tritato, condite con aceto, olio, pepe e per finire il basilico sminuzzato, mescolate e servite.

L'immagine può contenere: sMS
foto di francesca carloni

mercoledì 24 maggio 2017

Fiori di frolla con cuore morbido



Buongiorno e buon mercoledì, cominciamo questa giornata con una coccola, i miei fiori di frolla, quando ho preparato la ricetta dei canestrelli per il Calendario del cibo italiano, ho fatto contemporaneamente questa ricetta, ho solo sostituito il limone con la scorza dell'arancia!
Vi riporto la ricetta del post precedente, oltre ad essere buoni sono presentati in modo elegante!
Un abbraccio Fabiola.

Ingredienti:
  • 300 g di farina
  • 150 g di zucchero
  • 150 g di burro
  • 2 tuorli di uova piccole
  • scorza di 1 arancia
  • zucchero a velo per decorare
  • fiordifrutta lamponi Rigoni d'Asiago


Disponete sul piano di lavoro la farina a fontana, al centro mettete i tuorli, il burro a pezzettoni, lo zucchero e la scorza di limone, impastate finchè non ottenete un impasto compatto e liscio, avvolgetelo nella pellicola e riponete in frigo per mezz'ora. Riprendete l'impasto, formate delle palline e inseritele nei singoli scomparti dello stampo, ho utilizzato Pavoni, riempite tutto lo spazio, infornate, il forno deve essere già a 170 ° C, cuocete, finchè la superficie non sia dorata, sfornate, fate raffreddare, nello spazio concavo, aggiungete la confettura, spolverate con lo zucchero a velo e servite.

domenica 21 maggio 2017

Gnudi con spinaci e ricotta su fonduta di formaggi



Buona domenica, è l'ora giusta per proporvi un primo piatto, oggi per il Calendario del cibo italiano è la giornata dedicata agli gnudi, ricetta tipica toscana, ne avevo sempre sentito parlare ma mai fatti, ecco che non mi sono fatta scappare l'occasione, ho preso spunto per la ricetta da qui. Esecuzione da migliorare tanto, specialmente nella lavorazione dello gnudo stesso, non ho la praticità, il gusto ottimo, approvato dalla famiglia!
Vi lascio alla ricetta, Fabiola.

Ingredienti per 4 persone:
  • 350 g di spinaci freschi
  • 1 uovo medio
  • 180 g di ricotta di pecora, già scolata
  • 20 g di farina
  • 50 g di parmigiano
  • sale
  • pepe
  • olio d'oliva
  • 1 spicchio d'aglio
per la fonduta:
  • 200 g di fontina
  • 120 g di latte
  • 20 g di burro
  • 1 tuorlo 
  • sale
pulite e lavate per bene gli spinaci, fate imbiondire uno spicchio d'aglio nell'olio d'oliva, unite gli spinaci, salate e cuocete per 10 minuti con il coperchio, rimuovete lo spicchio d'aglio e mettete a scolare in un colino, strizzate trasferiteli in un mix unite la ricotta e frullate. In un'ampia ciotola unite gli spinaci e ricotta, l'uovo, la farina, aggiustate di sale, pepe e mescolate per bene. Formate gli gnudi, prendendo circa 20 g di impasto e dategli la forma di una pallina, passateli nella farina e trasferite in una vassoio ricoperto da carta da forno, proseguite finchè l'impasto non sia finito, fate riposare. 
Per la fonduta: a bagno maria, nel latte, fate sciogliete la fontina, per 20 minuti, unite il burro, aggiustate di sale e lavorate con una frusta, unite il tuorlo e continuando a mescolare, cuocete finchè non avete ottenuto una crema densa, ci impiegherà 15 minuti. Nel frattempo cuocete gli gnudi in acqua salata, sono pronti quanto salgono a galla, ci vorranno circa 3 minuti, scolateli, nel piatto di portata mettete un mestolo di fonduta, adagiate gli nudi e servite, se volete potete aggiungere una spruzzata di pepe.

venerdì 19 maggio 2017

Sorbetto alla fragola


..aria di estate, dalle  mie parti si!
Per la giornata dedicata alle fragole, per il Calendario del cibo italiano, io ripropongo il mio sorbetto che si credeva di essere un gelato, amo le fragole, è il mio frutto preferito, durano poco quindi per conservare questo meraviglioso gusto faccio sempre questo sorbetto che lavorandolo più volte prende una consistenza tipo un gelato, semplice da fare e sopratutto con prodotti genuini!
Vi lascio alla ricetta, buon fine settimana, Fabiola.

Ingredienti:
  • 500 g di fragole
  • 300 g di zucchero
  • 300 ml di acqua
  • 1/2 limone spremuto
  • 1 cucchiaio di amido
Il procedimento lo trovate qui.

martedì 16 maggio 2017

"Tris" di rolls



….sfida 66 del MTC, Giovanna, la vincitrice della gara precedente ci propone i rolls!! Bella sfida, facile nella esecuzione, insomma questa volta personalmente mi sentivo sollevata, invece non so cosa mi sia successo, forse le troppe ricette che avevo in programma, per il calendario del cibo, per il club del 27, ma anche per i tanti impegni di questo periodo, insomma sono entrata in panico, non riuscivo a mettere su delle ricette con senso, non trovavo abbinamenti sensati, tutto mi sembrava ovvio e scontato! Non sono molto creativa, di solito oso poco per paura di sbagliare di usare ingredienti che non sono in sintonia tra di loro, questo è uno dei miei limiti, spesso vedo ricette in gara che lasciano a bocca aperta ed ammiro tanto chi riesce a stupire, mi sono fermata ho cercato di fare un reset nella mia testa ed ho "partorito", queste tre proposte, ovviamente una delle 3 è stato un fallimento nella composizione, ma poi ho rimediato rifacendo e ho dovuto, purtroppo, utilizzare il semolino due volte, altrimenti ero costretta a presentarne soltanto due! Tutto sommato, e non soddisfatta, sono stati graditi, sicuramente mi cimenterò in altre preparazioni perchè sono uno dei piatti che fa per il mio stile di vita, dovendo programmare sempre cene per mancanza di tempo. Ringrazio Giovanna per aver proposto questa bella gara, e sono sicura che ci saranno una sfilza di proposte, interessanti. Un abbraccio, Fabiola.

****Aggiornamento, sarà la sfida o la sfiga per qualche ora ho pure perso il blog, per non aver rinnovato il dominio entro la scadenza, quindi mi ritrovo alle 21 a scrivere ancora il post, se non è amore questo per MTC....


1 Roller di melanzane grigliate con mousse di ricotta e pesto di basilico, pomodorino datterino su base di semolino fritto:

  • 1 melanzana
  • 100 g di ricotta di pecora
  • basilico
  • 1 spicchio d'aglio
  • sale
  • peperoncino
  • olio d'oliva
  • pinoli
  • pomodorini datterino già dissalati
per la base:
  • 250 g di semolino
  • 1 lt di latte
  • 2 tuorli
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • sale, noce moscata
  • 20 g di burro
  • olio per friggere
  • una manciata di parmigiano

pulite e tagliate a fette la melanzana, salate e mettete a scolare per mezz'ora, nel frattempo preparate la base di semolino: portate a bollore il latte, aggiungete il sale e la noce moscata, versate il semolino a pioggia mescolando in continuazione. A fiamma bassa continuate a mescolare con forza finche' avete ottenuto un composto solido e compatto, che si stacchi dalla pentola.
Spegnete il fuoco e far intiepidire, quindi aggiungete i 2 tuorli, il parmigiano e il burro. Aggiustate eventualmente di sale. Trasferite il composto su di un foglio di carta da forno bagnata, appiattite con le mani, appoggiate un altro foglio di carta da forno bagnata e con l'aiuto di un mattarello formare un quadrato alto circa 1 cm, con un coppa pasta ricavate i dischetti, passateli nel parmigiano e friggeteli in entrambi i lati, mettete a raffreddare.
Grigliate le fette di melanzane, mettete e raffreddare, nel frattempo in un mortaio unite le foglie di basilico, già lavate, aglio, sale, peperoncino e i pinoli, lavorate finchè non avete ottenuto una crema, infine unite un filo d'olio. In una ciotola unite la ricotta, deve essere almeno di due giorni, ben scolata, al pesto mescolate per bene. Stendete un foglio di pellicola lungo 60 cm, disponete le melanzane sovrapposte tra di loro, cospargete con la mousse di ricotta, i datterini tagliati a pezzettini, arrotolate, aiutandovi con la pellicola, fino a chiudere con la parte finale rimasta pulita. Bagnate con acqua un piano da lavoro, stendete altri due fogli di pellicola larghi 60 cm, sovrapponendoli tra loro, Trasferisci il roller, e arrotolate, sigillate le estremità con un nodo stretto e trasferite in congelatore per 3 ore. Tagliate il roller in fette da 1 cm, adagiateli sui dischetti di semolino e servite.

2 Roller di semolino con crema di avocado, erba cipollina e tonno su base si pane ai cereali:


ho dimenticato di fare la foto del roller chiuso

  • per il semolino, vedi la ricetta utilizzata nel roller precedente, con quella dose ho fatto entrambi le preparazioni
  • 1 avocado
  • 2 cucchiai di yogurt magro
  • 1 cucchiaio di senape
  • sale
  • succo di 1 limone
  • 80 g di tonno
  • erba cipollina
per la base:
  • bocconcini di pane ai cereali

in un mix unite: l'avocado pulito e tagliato a pezzetti, lo yogurt, frullare, appena avete ottenuto una crema, aggiungete la senape, il limone aggiustate di sale. Dopo aver preparate il semolino, stendete un foglio di pellicola lungo 60 cm, ancora tiepido, stendetelo aiutandovi sempre con il matterello e un foglio di carta da forno bagnata, cospargete con l'erba cipollina, la crema di avocado e il tonno, arrotolate, aiutandovi con la pellicola, fino a chiudere con la parte finale rimasta pulita. Bagnate con acqua un piano da lavoro, stendete altri due fogli di pellicola larghi 60 cm, sovrapponendoli tra loro, Trasferisci il roller, e arrotolate, sigillate le estremità con un nodo stretto e trasferite in congelatore per 3 ore. Tagliate il roller in fette da 1 cm, adagiateli sulle fette di pane e servite.

3 Roller di pancetta di maiale con purè di patate e patate, piselli e formaggio spalmabile su base di frittata d'uovo:

  • 3 patate medie
  • 2 carote
  • una mancita di piselli
  • 150 g di formaggio spalmabile
  • una manciata di parmigiano
  • sale
  • un trito fatto di: ginepro, aglio, timo e noce moscata (io Pesteda Vis)
  • 12 fette di pancetta di maiale tagliata finemente
per la base:
  • 4 uova
  • prezzemolo
  • sale
  • una manciata di parmigiano


bollite e portate a cottura le patate, fate raffreddare, nel frattempo insaporite le fette di pancetta con il trito di aromi e il sale, mettete a riposare per almeno 1 ora. Cuocete in acqua salata, le carote, precedentemente tagliate a tocchetti, scolate, fate lo stesso con i piselli, unite in una ciotola e fate raffreddare. Schiacciate le patate, condite con sale e parmigiano, mescolate per bene. Nella ciotola con le carote e i piselli unite il formaggio e mescolate. Stendete un foglio di pellicola lungo 60 cm, disponete le fette di pancetta sovrapponendo di 1 cm l'una con l'altra, cospargete il purè di patate e livellate formando un rettangolo, unite i piselli e carote, arrotolate, aiutandovi con la pellicola, fino a chiudere con la parte finale rimasta pulita. Bagnate con acqua un piano da lavoro, stendete altri due fogli di pellicola larghi 60 cm, sovrapponendoli tra loro, Trasferisci il roller, e arrotolate, sigillate le estremità con un nodo stretto e trasferite in congelatore per 3 ore. Preparate le frittatine, sbattete le uova, condite con parmigiano, prezzemolo e sale, cuocete in padella, io ho utilizzato una padella per pancake, in entrambi i lati. Tagliate il roller in fette da 1 cm, adagiateli sulle frittatine e servite.



banner_sfidadelmese_66