martedì 10 maggio 2016

Ricetta cheesecassata



Buongiorno e buon martedì, nuovo mese nuova sfida del MTC, i vincitori Fabio e Annalù, e che vincitori aggiungo io, hanno proposto una ricetta non bellissima ma di più, uno dei miei dolci preferiti e che amo preparare la cheesecake. Comincio questa sfida con una versione dedicata alla mia terra, quindi vi presento la mia cheesecassata, dolce pensato tempo fa, preparato anche per una gara tra foodblogger, due anni fa, ma mai pubblicata nel mio blog e la cosa più buffa, come sempre, non ho scritto la ricetta quindi ricordavo l’idea, gli ingredienti ma non le dosi, ho apportato una modifica nel topping, alla cottura, la precedente lo prevedeva, e nel decoro, quindi ricetta preparata come se fosse la prima volta e molto più buona della precedente. Di questa sfida una cosa non mi piace per nulla e cioè il “limite” di tre ricette, poche, pochissime!!! Insomma vi anticipo che mi rivedrete con altre preparazioni. Vi abbraccio, Fabiola.



Ingredienti per uno stampo 18 cm:

per la base:

  • 200 g di biscotti secchi (tipo digestive)
  • 80 g di burro
per  il ripieno:
  • 400 di ricotta di pecora
  • 150 g di zucchero a velo
  • 100 g di gocce di cioccolato
  • 30 ml di panna fresca
  • 8 g di colla di pesce
per il topping:
  • 100 g pasta di pistacchio
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 8 g di colla di pesce
  • 50 ml di panna fresca
per guarnire:
  • scaglie di cioccolato
  • canditi
  • ciliegine candite
  
Procedimento:

come prima cosa, preparate la base,  tritare i biscotti trasferirli in una ciotola ed amalgamateli al burro fuso, e mescolate. Disponete uno stampo a cerniera, in una teglia ricoperta da carta da forno, versate i biscotti e livellate per bene, fate rassodare in frigo per 30 minuti. Nel frattempo cominciate a preparare il ripieno, mettete in ammollo la colla di pesce, in acqua fredda per 10 minuti. Riscaldare la panna e fate sciogliere la colla di pesce, fate raffreddare. Montate la ricotta con lo zucchero e la panna, appena è cremosa, unite le gocce di cioccolato, mescolare leggermente, versate sulla base, scuotete leggermente e mettete in frigo, per rassodare per 2 ore. Per il topping, in un pentolino fate intiepidire la panna e zucchero, unite la colla di pesce strizzata e mescolate velocemente, togliendo il pentolino dalla fiamma unite la pasta di pistacchio, mescolate per bene, si deve sciogliere, se è “ruvida”, non vi preoccupate, fate raffreddare. Versate il topping nella cheesecake, scuotete nuovamente, riponete nuovamente in frigo per 1 ora, sformate con delicatezza e decorate con le scaglie di cioccolato una ciliegina al centro ed i canditi, servite, ben fredda, se avete difficoltà nello sformare potete metterla 15 minuti nel congelatore.




20 commenti:

  1. Mi piace tantissimo il modo in cui affondi le radici nella ricchissima tradizione della tua terra, rielaborandola e tirandone fuori meraviglie

    RispondiElimina
  2. Hai ragione da vendere sul numero limitato di ricette da proporre...io sarei per inondarli di cheesecake anche fuori gara a go-go ahahahahahha...bella "Sicilianità" ci hai messo in questa ricetta, baci Flavia

    RispondiElimina
  3. Ciao Fabiola, ti dirò che se avessi dovuto partecipare io alla gara, forse una cheesecake cassata sarebbe stato una delle mie prime proposte :-)
    Mi piace l'idea di rielaborare un dolce della tradizione fondendolo con la tradizione anglosassone e mi piace come hai saputo rivisitarlo valorizzandoli entrambi, cosa tutt'altro che facile soprattutto per un dolce come la cassata che per me rasenta la perfezione pasticciera :-)
    Aspetto le altre proposte e nel frattempo mi complimento con te per la tua cheesecassata;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  4. Bellissima proposta! E bellissima anche a vedersi, perfetto l'accostamento con il carrettino, sia per tema che per colori. Complimenti! :-)

    RispondiElimina
  5. c'è qualcosa da correggere nelle dosi degli ingredienti:"8 g fogli di colla di pesce" nella crema, quanti sono? :-) grammi o fogli?
    Idea vincente- e me la immagino con la vostra ricotta, che dà a questa cheesecassata una arcia in più. Di cui, sia chiaro, non aveva affatto bisogno. Se cominci così, Fabiola,, cosa ci aspetta?
    Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sistemato, anche se oggi blogger fa le bizze! Grazie.

      Elimina
  6. Già io ho voglia di Sicilia così, di mio.. ma ora la moltiplichiamo per 100 e forse non arriviamo nemmeno a coprire l'estensione di quanto vorrei essere su quell'isola splendida, con questa cheesecassata davanti!

    RispondiElimina
  7. Beddissima! Il topping coloratissimo mi piace tantissimo e poi solo a vedere questo sicilian cheesecake viene voglia di mangiarlooooooo, ma perchè abiti così lontano! Complimenti con il cuore Fabiola, un abbraccio Helga

    RispondiElimina
  8. Io amo la cassata e i dolci siciliani in genere.. Diciamo che sono di parte! Questa cheesecake è una genialata, la rifarò.. E occhio, perché questa idea è da podio!! ;)

    RispondiElimina
  9. La cassata siciliana è uno dei miei dolci preferiti, ottima proposta.

    RispondiElimina
  10. La cassata, assieme ai cannoli per me è Sicilia e li adoro alla follia. Sembra semplice la trasposizione nel cheesecake, ma non è affatto così e ritrovare quei sapori sotto altra forma sorprende e conquista. E se questo è solo l'inizio...capito perché abbiamo messo il limite di 3?
    Grazie.

    Fabio

    RispondiElimina
  11. grandissima idea, bella bella bella!!!

    RispondiElimina
  12. Deve essere di una bontà unica!!!!

    RispondiElimina
  13. Adoro la Sicilia in ogni sua sfaccettatura, dettaglio, angolo... non parliamo del food perchè muoro... Mi piace da morire la tua idea... la voglio fare!!! Bravissima!!! Marianna

    RispondiElimina
  14. ....adoro la cassata, inutile dirlo, e questa meraviglia ne è la degna "trasformazione" in cheesecake e super golosa! Bravissima!

    RispondiElimina
  15. Mal di Sicilia. Altro che Mal d'Africa. questo è il vero nome di questa torta, perchè ti entra nel cuore e non ti lascia più. Vederla e ripensare alle lontane vacanze siciliane è stato un attimo. Per lenire questa nostalgia non mi resta che provare la tua ricetta, spero solo di riuscire a trovare quella favolosa pasta di pistacchio che solo voi avete. Bravissima. Manuela.

    RispondiElimina
  16. Che meraviglia! I colori, i profumi e la consistenza!
    Ci credi se ti dico che avevo della buonissima ricotta che volevo trasformare in cassata, ma poi ho desistito per mancanza degli ingredienti per il rivestimento?
    Invece questa versione trasformata in cheesecake mi sarebbe piaciuta molto (adoro i pistacchi)!

    RispondiElimina
  17. Che bella!!!Quest'anno per la prima volta ho provato a fare in casa la cassata siciliana e me ne sono innamorata! Immagino cosa sia questo cheesesecake...dev'essere strepitoso!!Bravissima!

    RispondiElimina

Se passi, lascia un commento, fa sempre piacere, GRAZIE.
A tutti coloro che si firmano Anonimo, li informo che il loro messaggio verrà eliminato.