venerdì 22 marzo 2013

Ricetta fideuà con pomodori, capperi, olive e "muddica atturata"

Giorno!!!!!!! Ri-eccomi con un'altra ricetta di Fideuà, dopo la prima, a base di pesce, l'idea di farne una nuova versione mi circolava nel mis testa, dovevo per forza mettere un tocco di sicilia, è più forte di me. Piatto solare, che mi ricorda l'estate, spero solo di non essere fuori gare, non so perchè ma ho questa sensazione, ma non importa, i giudici del MTC lo decideranno. Vi lascio alla ricetta, oggi sono di fretta più del solito. Vi ricordo sempre il mio giveaway. Buon fine settimana, Fabiola.

Image and video hosting by TinyPic
Bicchiere e sottopiatto Villa d'Este

Ingredienti per 2 persone:
per il brodo:
  • 1 litro e mezzo di acqua
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1/2 cipolla bianca
  • 1 foglia di alloro
  • Sale
per la salsa ai capperi:
  • 1 spicchi d'aglio
  • Olio d'oliva extravergine
  • 10 capperi
Image and video hosting by TinyPic


Come prima cosa preparate il brodo, pulite e lavate tutte le verdure, in una pentola mettete l'acqua e le verdure tagliate a pezzetti, portate ad ebollizione, salate e continuate la cottura per un'ora. Scolate le verdure e filtrate il brodo. In una padella, io Risolì, quella adatta è la paella, riscaldate un filo d'olio ed aggiungete gli spaghetti, precedentemente tagliati, fate tostare, senza farli bruciare, appena hanno raggiunto un colore sul marroncino trasferiteli in una ciotola e mettete da parte.  Nella padella mettete lo spicchio d'aglio schiacciato, ed olio se serve,  fate soffriggere, aggiungete i capperi, precedentemente dissalati, cuocete per un paio di minuti ed unite le olive tagliate a rondelle, continuate la cottura per altri 5 minuti a fiamma dolce. A parte lavate e tagliate i pomodori a pezzettoni, aggiungeteli al condimento e cuocete, per 10 minuti, mescolando di tanto in tanto, fate cuocere a fiamma dolce, io ho aggiungo un mestolo di brodo vegetale. Unite altro brodo, il necessario per coprire gli spaghetti, quando il brodo comincia a sobbollire, versate gli spaghetti, aggiustate di sale, unite una spruzzata di peperoncino, unite gli spaghetti e fate cuocere per 10 minuti. Nel frattempo preparate la salsa, nel mortaio mettete lo spicchio d'aglio ed i capperi, dissalati, cominciate a lavorare finchè non  si riducono a pure, man mano aggiungete l'olio d'oliva a filo circa 80 Gr, continuate a lavorare quindi non si sia formata la salsa. Come ultima cosa si deve preparare la "muddica atturrata", in un padellino unite il pangrattato ed lo zucchero, a fiamma dolce fate tostare, appena si scurisce un pò spegnete la fiamma e continuate a mescolare finchè non si raffreddi. Prima di servire la Fideuà, conditela con la muddica, accompagnandola con la salsa ad i capperi.

19 commenti:

  1. Bella Fabiola! Solo solo perche' profuma della nostra bella terra.

    RispondiElimina
  2. Mi piace molto questa Fideua!
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  3. Mi piace.. mi piace.. mi piace!!!!! :-) Poi io adoro i capperi.. e le olive.. ma insomma cos'è che non mi piace??? :-)))) smackkk cara

    RispondiElimina
  4. io allergherei ancora un pochino questa colonna..... sempre per il fatto delle foto :) un bacione!

    RispondiElimina
  5. questa mi piace molto di più dell'altra!!!!

    RispondiElimina
  6. ..."muddica atturrata"..mi hai riportata in un attimo a casa...BRAVISSIMA!!!!

    RispondiElimina
  7. Queto tocco di Sicilia si sta davvero bene e la "muddica atturrata" è la ciliegina sulla torta :) Un bacione, buon we

    RispondiElimina
  8. Ciao! ci era piaciuta la prima, figurati questa, ancora più saporita! :)
    Una buonissima ricetta tutta tradizionale!
    bacioni

    RispondiElimina
  9. e come può non piacermi? è super anche questa!!! ^_*

    RispondiElimina
  10. Questo piatto mi piace da matti tesoro è davvero cosi appetitoso e poi i tuoi piatti sono un inno al colore e alla gioia!!Bacioni,imma

    RispondiElimina
  11. Allora il nuovo look mi piace molto di piu'!!! Bravissima!!!!!!! Questa ricetta e' fantastica....ma sai che non ho mai mangiato la fideua? e ora vado a partecipare al tuo giocchino!!! baci

    RispondiElimina
  12. e va benissimo, Fabiola, eccome se va bene! questa è l'altra via dell'interpretazione della ricetta della sfida, vale a dire quella regionale- a maggior ragione se si tratta di terre bagnate dal mare, come lo è la tua Sicilia. E non fatico ad immaginare la bontà di questo piatto, visto che l'esecuzione è accurata e rispettosa delle materie prime e di tutti i passaggi. Presentazione, come sempre, allegra, divertente e capace di mettere allegria. Sei una forza travolgente... grazie davvero!

    RispondiElimina
  13. Che bontà,immagino il profumino!

    RispondiElimina
  14. Questa può diventare un caballo di battaglia quando inviterò i miei amici siciliani a cena!
    Trovo molto saggia e coerente questa tua versione. Credo che ognuno adopera gli ingredienti che porta nel cuore nel modo migliore e il risultato è sempre una bontà, come questa!

    grazie di nuovo!!

    RispondiElimina

Se passi, lascia un commento, fa sempre piacere, GRAZIE.
A tutti coloro che si firmano Anonimo, li informo che il loro messaggio verrà eliminato.