venerdì 16 settembre 2016

Ricette insalata di cous cous



Buon pomeriggio, oggi ricettina estiva, ahimè della mie parti l’afa non ci lascia, so che in buona parte d’Italia l’autunno è arrivato, ma noi con queste temperature ancora preferiamo cucinare cibi leggeri e freschi, quindi vi propongo un insalata di cous cous, non è una vera ricetta, ma solo un’idea per un antipasto veloce, io ci ho proprio pranzato eh! Vi auguro un sereno fine settimana, un abbraccio, Fabiola.
                                          
Ingredienti per 4 persone:
  • 250 g di patate rosse
  • 2 fette di petto di pollo Fileni
  • 200 g di salumi misti a cubetti (io prosciutto cotto, salame e morfadella)
  • Pomodorini ciliegino
  • Burro
  • Rucola
  • 150 g di formaggio a cubetti (io fontina ed emmenthal)
  • Sale
  • Olio extravergine d’oliva
  • Foglie di basilico

Come prima cosa cucinate il cous cous, in un tegame far bollire 280g di acqua ed un cucchiaino di sale, spegnare la fiamma e versare a pioggia il cous cous due cucchiaio di olio d’oliva e mescolare, lasciare assorbire pe 5 minuti, unite 2 noci di burro e sgranate con la forchetta, rimettere sul fuoco per altri due minuti, mettete da parte e lasciate raffreddare.  Grigliate il petto di pollo in entrambi i lati, solo a fine cottura salate, tagliare a tocchetti e fate raffreddare. A questo punto unite al cous cous, dopo averlo trasferito in una ampia ciotola, il pollo, la rucola, già lavata, i salumi e formaggi, per fine re il pomodoro tagliato in due, condite con sale qb, foglie di basilico e un filo d’olio, fate riposare per 1 ora e servite.

lunedì 12 settembre 2016

Ricetta gnocchi estivi



Buongiorno, buon inizio di settimana!
Settembre oltre a portaci le prime giornate fresche per noi mtcine, è tempo di ricominciare con mtc, Annarita la vincitrice ha avuto ben due mesi di tempo per pensare alla ricetta e ci ha proposto gli gnocchi, un classico che noi tutti ci aspettavamo prima o poi, in questo gioco non possono mancare, quindi questo mese impariamo bene a fare questo ottimo primo, grazie a tutti gli approfondimenti che la redazione ci darà. Per quanto mi riguarda è una ricetta che quasi sempre prepara la mia mamma, quindi non mi sono mai preoccupata di cimentarmi in questo piatto, adesso ovviamente non ho avuto più scuse, sono partita da quelli ripieni, mai mangiati, una versione estiva, ancora ce lo possiamo permettere, quindi ripieno a base di gamberetti, condimento un pesto leggero di basilico, rigorosamente fatto in casa, anzi anche il basilico è coltivato, colto in casa. La riuscita ottima, spero tanto che al terzo giudice piaccia tanto questa mia versione. Non mi resta che lasciarvi alla ricetta, un abbraccio, Fabiola.



Ingredienti per 4 persone:
  • 600 g di patate rosse
  • 130 g di farina 00
  • 1 uovo
  • 100 g gamberetti sgusciati
  • 1 spicchio d’aglio
  • Vino bianco
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Prezzemolo

Per il pesto:
  • Basilico
  • 1 spicchio d’aglio
  • Una manciata di parmigiano
  • Sale
  • Peperoncino
  • Olio extravergine d’oliva



Preriscaldate il forno a 200°C, lavate le patate, trasferitele in una teglia fa forno ed infornate per 40 minuti. Nel frattempo preparate il ripieno: in una padella fate imbiondire lo spicchio d’aglio nell’olio d’oliva, unite i gamberetti, fate insaporire per un paio di minuti, unite il vino bianco, sfumate a fiamma vivace, abbassata nuovamente la fiamma continuate la cottura per 10 minuti, per finire salate e pepate, fate raffreddare ed unite il prezzemolo tritato. Sfornate e sbucciate le patate, schiacciatele e fate raffreddare in una spianatoia. Unite la farina e l’uovo poco alla volta, mescolate per bene e compattate. Fate dei salsicciotti e prelevate una porzione di circa 20 grammi, appiattitela e unite una noce di ripieno, richiudete pe bene e con le mani date una forma tonda, mettete da parte in una teglia infarinata. Appena avete formato tuti gli gnocchi, preparate il pesto in un mix, unite il basilico, lavato e pulito, lo spicchio d’aglio, il parmigiano, sale, pepe, frullate, se serve unite un mestolo di acqua di cottura, infine unite l’olio d’olive e mescolate. Portate a bollore l’acqua salata, cuocete gli gnocchi che sono pronti appena salgano a galla, scolateli, delicatamente, condite con il pesto, una manciata i parmigiano e servite.

 banner_sfidadelmese59

martedì 6 settembre 2016

Ricetta mini muffin ripieni



Buongiorno e ben ritrovati, oggi la colazione la offro io!! Per la mia vecchia rubrica “Cominciamo con qualcosa di dolce”, oggi nella mia cucina virtuale trovate dei mini muffin con cuore ripieno di una confettura molto particolare. Ricetta facile, ma ottima da preparare in pochissimo tempo. Ricomincio con un dolce, adesso pian pianino, sarò più presente, non è una promessa a voi ma a me stessa, questo piccolo blog deve rinascere, anche se non costantemente deve essere aggiornato, vi abbraccio, grazie di cuore a chi mi segue, Fabiola.

Ingredienti per 20 mini muffin:
  • 80 g di farina di riso
  • 50 g di farina 00
  • 1 uovo
  • 140 di zucchero semolato
  • 40 g di burro
  • 70 ml di latte
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • Confettura più frutta di pesca e passion fruti vis
  • Zucchero a velo



Preriscaldate il forno a 180° C. Nel frattempo in due ciotole preparate unite in una gli ingredienti solidi: le farine, lo zucchero, il lievito, nell'altra latte, uovo sbattuto, e burro fuso, mescolate per bene, unite gli ingredienti liquidi a quelli solidi lentamente, amalgamate per bene, prendete uno stampo per mini muffin, io Pavoni, imburrate, riempite ogni muffin con 2 cucchiaini di composto, ½ di confettura, ed ultimate coprendo con un altro cucchiaino, infornate per 15 minuti, sfornate, fate raffreddare e cospargete con lo zucchero a velo.

venerdì 2 settembre 2016

..... c'era una volta una food blogger....



….food blogger.. 

forse qualche anno fa lo ero, adesso non vesto più questa veste in pieno, ho iniziato questa avventura 6 anni fa, ma da un paio di anni, che trascuro questo mio spazio. Sono entrata in questo mondo da inesperta, imbranata direi, poi piano piano con le prime ricette, amicizie, fregature, collaborazioni, contest, giochi, master food, blog tour, sono riuscita anche ad andare a fare una gara a Roma, mi si è aperto un mondo bellissimo, ho avuto la possibilità di crescere personalmente, ho arricchito il mio sapere di cucina, la voglia di sperimentare, provare era ogni giorno un crescendo di idee che mi frullavano per la testa, cucinavo piatti nuovi ogni giorno, fotografavo sempre con molta attenzione, ogni commento che ricevevo era motivo di orgoglio, anche le persone che mi stavano accanto parlavano di questo mio spazio con amici e conoscenti con gli occhi fieri, ho avuto anni in cui la mia passione si trasformava in qualcosa di concreto, spesso mi ripetevo che tutto questo non avrebbe mai avuto una fine, pensavo che fermare la mia famiglia per pranzo perché prima si doveva immortalare quel nuovo piatto doveva durare per sempre, invece poi la vita ti mette davanti tanti nuovi impegni, fatti, problemi che prendono il posto delle proprie passioni, ovviamente le mie non erano ricetta da chef, ma semplici piatti di una cucina famigliare e di tutti i giorni, non immaginate che ai tempi mi sentivo importante, ma nel mio piccolo erano soddisfazioni… non sono mai stata il tipo che si monta la testa, ma quel mondo che doveva durare per sempre e stato accantonato, per dare priorità a certe cose, che la vita, le persone ci impongono… la mia passione si è spenta, non è finita, perché questo non potrà mai succedere, ma la mancanza di tempo, di nuovi impegni, di problemi sono stata la causa di tutto questo, non sto qui ad entrare nei particolari, non sono il tipo, ho sempre usato questo mio spazio, ma non amo raccontare di me sui social, chi mi conosce lo sa benissimo. Sono rimasta ferma con il mio blog, adesso mi sento anni luce lontana dalle mie “colleghe”, anche perché parliamoci chiaro, adesso non esiste la semplice food blogger che cucina, fotografa e posta, adesso per essere seguiti bisogna far parte di una ristretta cerchia di persone che contano, si deve partecipare ad eventi blog tour e chi ne ha più ne metta. Non è un ambiente quest’ultimo che mi appartiene, non lo disprezzo ed ammiro che ha la capacità di farlo, non fraintendete le mie parole, ma non vedo più la semplicità…. Tante volte ho sfiorato quel tasto “chiudi blog”, non ne ho avuto mai il coraggio, lo ammetto, tanto lavoro, sacrificio non meritavano di andare persi…… oltre a non avere la forza di questo gesto il mio blog è stato tenuto in vita dal MTC, conoscete tutti il meraviglioso gioco che mese per mese ci propone delle sfide di alto livello, una gruppo di persone che semplicemente si mette in gioco per imparare nuove ricette ed arricchire le proprie conoscenze, solo li mi sento a casa, abbiamo fatto grandi cose, la collana di libri ne è la testimonianza, ma sempre con i piedi per terra senza mai vantare troppo per dimostrare chissà cosa ed a chi. Ho avuto l’onore di conosce Alessandra, l’ideatrice di tutto ed alcuni componenti, e sono felice di non aver premuto quel tasto, nel mio piccolo, anche se spesso mi piacerebbe essere più partecipe, mi sento parte di una famiglia!! Sto scrivendo questo post, solo perché mi sentivo in dovere di farlo, da quasi due anni dico che ritorno e mi dedicherò a questo blog, senza farlo, in modo assiduo o per lo meno con una certa costanza…. Al momento non so quello che succederà domani, sto cercando ti riprendere le mie passioni, rimettendo a posto un po’ di cose… MTC, ricomincia fra pochi giorni ed io sono sicuramente pronta per la nuova sfida, spero solo di ritrovare quello spirito che mi spinga a condividere con il mondo del web la passione per la cucina.



Vi dico solo arrivederci, senza promesse…. Un abbraccio Fabiola.  

venerdì 24 giugno 2016

Ricetta pizza al pistacchio con burrata fiori di zucca e speck


Buondì e buon venerdì, rieccomi con la sfida del mese di giugno del MTC, come già sapere Antonietta ci proposto la pizza, dopo la mia versione di pizza al piatto napoletana, avevo deciso di non proporne altre, per mancanza di tempo ma soprattutto scoraggiata dalla mancanza del forno appropriato! Ovviamente, la tentazione era troppa, l’idea dell’impasto al pistacchio mi rimbombava nella mente ed eccomi qui!! Ammetto che ho fatto benissimo, anche se sempre un po’ spessa mi è piaciuta tantissimo, molto meglio della prima, impasto sempre meraviglioso ma soprattutto leggero, ha lievitato benissimo. Ho osato aggiungendo, come accennato prima, la pasta di pistacchio nell'impasto, con un condimento semplice che ha reso la mia pizza buonissima. Vi lascio alla ricetta, buon fine settimana, Fabiola.

Ingredienti:

per l’impasto, per teglia da 30 cm:
  • 450 g di farina
  • 300 ml di acqua
  • 12 g di sale
  • 1 g di lievito di birra
  • 2 cucchiai di pasta di pistacchio

Per il condimento:
  • 8 fettine di speck
  • 6 fiori di zucca
  • 200 g di burrata
  • 100 g di mozzarella
  • Pomodorini ciliegino
  • Foglie di basilico
  • Granella di pistacchio
  • Olio extravergine d’oliva


Prelevate una piccola quantità di acqua, dal totale, unite il lievito e fate sciogliere, nella restante acqua aggiungete la pasta di pistacchio e mescolate per bene. Setacciate la farina, trasferitela in una ciotola, fate la fontana, aggiungere il lievito, il resto dell’acqua ed il sale, mescolate incorporando a mano a mano tutta la farina. Ribaltate sul piano da lavoro e lavorate per 10 minuti, piegando e ripiegando. Formate una palla e trasferitela in una ciotola, coprite con la pellicola, fate riposare per 1 ora a temperatura ambiente, successivamente mettete in  frigo per 10/15 ore. Togliete dal frigo e lasciate a temperatura ambiente per almeno 2 ore, finché l’impasto non sia gonfio. Ribaltate sul piano da lavoro, infarinato, stendete senza schiacciare, dal centro verso il bordo, trasferite nella teglia da cottura, e lasciate lievitare, per 2 ore, il mio ci ha impiegato 3 ore. Riscaldate il forno a 200° C, cospargete un filo d’olio ed infornate la pizza per 15 minuti, nel frattempo pulite e lavate i fiori di zucca, asciugate, delicatamente con della carta assorbente, uscite la teglia dal forno, condite con la mozzarella tagliate a fette, alla base, i fiori di zucca, li ho lasciate interi, al centro ho arrotolato lo speck, distribuite i pomodorini tagliati in due la burrata, ultimate la cottura per altri 5 minuti, sfornate unite le foglie di basilico e la granella di pistacchio e servite.