venerdì 13 aprile 2018

Tortilla de Patatas



..ben ritrovati, siamo ad Aprile ed io ancora non avevo pubblicato nessun post, non è che non abbia prodotto, anzi, forse ho fatto anche troppo ma da quando MTC si è evoluto con rivista e rubriche varie cerco di stare al passo e partecipare, con quello che so fare, mi butto anche in ricette estere per imparare sempre di più, a proposito di MTC, siamo alla sfida numero 72, come sempre tutta la community ha atteso il 5 del mese, per scoprire la ricetta che ci avrebbe "arrovellato" il cervello per giorni, invece da Alessandra è stata presa una decisione che mi ha spiazzato, MTC chiude, inizialmente anche io avevo sgranato gli occhi poi invece leggere che chiuse il vecchio sistema ma se ne apre uno tutto nuovo, è vero forse questa decisione era necessaria ed una evoluzione ci voleva, il cambiamento fa sempre bene e nuovi stimoli sono la chiave per vivere.. Faccio parte di questo gruppo dalla sfida numero 8, quindi per me è parte della mia vita anche se virtuale, la novità che MTC diventa una scuola con tanto di esami e voti...e qualche rimandato, ma se questo ci serve a crescere ed imparare nuove cose io voglio essere rimandata ogni volta. La classe sarà formata da 25 persone e questo ultime sfide serviranno per essere ammessi, per quanto mi riguarda sono eccitatissima, quanto rimpiango la scuola, la spensieratezza, i compagni le gite, anche se in modo diverso anche questa sarà una bellissima avventura, ne sono sicura, certo di essere all'altezza non ne sono sicura, ma chi se ne frega l'importante è provarci. La preside Alessandra sarà severa, ne sono sicura, poi passare a giudizio dei professori, saranno coloro che hanno vinto più volte MTC, sarà una cosa molto serie, quindi non  mi resta che mettermi a studiare non la sufficienza, ma per voti molto più alti. 
La protagonista della sfida 72 è la Tortilla, proposta dalla vincitrice Mai, chi se non la nostra catalana, ci poteva riportare in questo mondo meraviglioso, la sfida finisce da dove ebbe inizio, le proposte da presentare sono due quella tradizionale e una creativa, io parto con la tradizionale, c'era la possibilità di fare qualche aggiunta di aroma o ingredienti, ma io ho deciso che se si deve studiare prima si devono conoscere la basi è quindi ho riproposta la ricetta identica alla sua.
Vi lascio alla ricetta, e corro ad elaborare e studiare qualcosa che sorprenda prof e preside!! 😜😜

Ingredienti 
(per una padella di 20 cm di diametro)

  • 600 g di patate (sbucciate)
  • 5 uova (sempre dispari)
  • 1 cipolla  (di quelle dorate) 
  • olio extra vergine
  • sale
per accompagnare la tortilla insalata di pomodoro e rucola.

Piatto Pavoni


sbucciate le patate, lavate e tagliatele a cubetti, non regolari, friggetele in una padella capiente, dopo 5 minuti unite la cipolla, tagliata a fettine sottilissime, continuate la cottura, salate, mescolate ogni tanto per evitare di farle bruciare, non tropo spesso altrimenti si spappolano. Nel frattempo in un'ampia ciotola sbattete le uova, aggiungete il sale, appena le patate sono dorate, quindi croccanti, versatele nella ciotola contenente le uova, amalgamate e, se serve aggiustate di sale. Versate il tutto nella padella antiaderente, a fiamma dolce fate cuocere per 3/4 minuti, controllate che la frittata non si attacchi, a questo punto prendere un piatto più grande della padella, bagnartelo con l'acqua mettetelo sopra la padella con una mano, aiutatevi con un canovaccio, tenete il piatto con l'altra girate la padella, dopo aver fatto questa operazione  non facile, dovete rimettete la frittata nella padella nuovamente, senza romperla, quindi fate scivolare delicatamente, cuocete 3/4 minuti. Trasferite la tortilla sul piatto di portata e servite.



martedì 27 marzo 2018

Hawaiian sweet roll per il club del 27


.... buongiorno oggi è il 27 quindi ritorna il Club del 27, per il mese di Marzo il protagonista indiscusso è l'uovo, tante ricette una più bella dell'altra,proposte dalle community, io mi sono buttata sui roll, anche se nell'impasto c'è l'ananas, che io non mangio ho deciso di prepararli lo stesso, ammetto anche di averli mangiati perchè non ho sentito il sapore confuso dagli altri ingredienti, sono soddisfatta, ho ottenuto un impasto e una lievitazione che raramente mi riesce, tutto permetto, non ci credevo neppure io quando li ho sfornati! 
Vi invito a visitare gli altri blog per godervi il trionfo dell'uovo!
Un abbraccio, Fabiola

Ingredienti per 24 rolls:

  • 1/2 tazza latte intero tiepido
  • 4 cucchiaini lievito di birra secco
  • 3 uova
  • 1 tazza succo d’ananas
  • 1/2 tazza di burro fuso e fatto raffreddare
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 7 tazze e 1/2 di farina per tutti gli usi
  • 1 uovo, leggermente sbattuto e mezzo cucchiaio d'acqua per lucidare 


Mescolate insieme il latte e 1/4 di tazza di miele in una ciotola, cospargete sopra il lievito in modo uniforme e lasciate riposare per circa 5 minuti, fino a quando il tutto non diventa schiumoso.Unite al composto con il lievito le uova, il succo d’ananas, il burro, il sale e il rimanente quarto di tazza di miele, quindi aggiungete la farina, mezza tazza alla volta fino a quando l’impasto non forma una massa ruvida.Trasferite l’impasto su una superficie leggermente infarinata, quindi lavoratelo per 6/8 minuti (aggiungendo nel caso altra farina se vedete che l’impasto tende ad attaccarsi alla superficie), fino a quando non risulti liscio, morbido ed elastico.Con l’impasto formate una palla, ungetela e trasferitela in una ciotola unta a sua volta. Coprite la ciotola con un canovaccio umido e mettete a lievitare a temperatura ambiente per circa un’ora e mezza, o comunque fino a che non sia raddoppiato di volume.Ungete una teglia da 22x33 cm e una quadrata da 20 cm.Sgonfiate l’impasto, stendetelo su una superficie leggermente infarinata e modellatelo nuovamente in una palla.Dividetelo in 24 pezzi dello stesso peso, e modellate ogni pezzo in una sfera.Disponete 15 delle palle d’impasto nella teglia più grande e le rimanenti 9 in quella più piccola, distanziandole di circa 2 cm l’una dall’altra.Coprite le teglie con pellicola per alimenti e lasciar lievitare a temperatura ambiente per circa un’ora, o comunque fino a raddoppio del volume.Preriscaldate il forno a 175° C.Spennellate la superficie di ogni palla d’impasto con l’uovo sbattuto con l’acqua e cuocete per 25-30 minuti, fino a che non diventi di un colore dorato,trasferire i Rolls su una gratella e far raffreddare per circa 30 minuti prima di servire.




giovedì 22 marzo 2018

Semla per MAG about FOOD


La Pasqua si avvicina, per questo il tema del mese di Mag about Food è dedicato alla Pasqua, abbiamo portato sulla rivista le tradizioni degli altri paesi io mi sono dedicata ad un dolce Svedese Semla,  mi sono divertita nel prepararlo, scoprire tradizioni di altri paese è sempre affascinante.

"La versione più antica di questo dolce consisteva in un semplice pezzo di pane nero immerso in una ciotola di latte caldo. La sua origine risale al 1541 circa. Inizialmente furono consumati principalmente dalla monarchia e dalle classi superiori svedesi, in genere ogni martedì tra il martedì grasso e Pasqua, prima del digiuno di quaresima.Oggi il tipico semla è un soffice panino rotondo, speziato con il cardamomo, a cui viene asportata l'estremità superiore e la parte spugnosa interna e successivamente riempito con panna montata e crema di mandorle. A volte, la parte superiore asportata è posta sopra la panna e ricoperta di zucchero a velo.
È abitudine mangiare i semlor accompagnati da tè o da caffè anche se in alcune zone, specialmente in Svezia, si è mantenuta la vecchia tradizione di consumare questo dolce immergendolo nel latte caldo.
In Finlandia, dove viene chiamato laskiaispulla, è diffusa la variante con confettura di lamponi al posto della crema di mandorle. Il nome finlandese deriva dal sostantivo laskea che indica l'azione di correre in discesa con una slitta da neve. Questo dolce era, infatti, legato in tempi precristiani alla festa invernale del Laskiaistiistai durante la quale i bambini e giovani delle varie famiglie del paese si lasciavano scivolare in slitta da una collina gareggiando tra di loro. Si pensava che la famiglia che avesse vinto la gara avrebbe avuto il miglior raccolto durante l'anno successivo. Con la diffusione del cristianesimo, la festa del Laskiaistiistai, e i relativi dolci, sono stati integrati tra le altre tradizioni cristiane e spostati a inizio quaresima",
Informazioni presei da Wikipedia.
Vi aspettiamo sul sito del MTC, per scoprire le altre ricette.

lunedì 19 marzo 2018

..... siete tutti invitati per il mio Afternoon Tea....



...buongiorno e buon inizio di settimana, penso che leggendo il titolo del mio post avrete pensato che sono andata fuori di testa del tutto, e no! Non è colpa mia ma questa volta, MTC 71, dedicato ad un rito tutto inglese l' Afternoon Tea, chi lo ha proposto ma lei!! la nostra Valeria, vincitrice della sfida sull'affumicatura, vincita strameritata, lei è proprio brava! Una napoletana che da tempo vive in terra inglese ci ha catapultati in un salotto in cui possiamo gustare un vero Afternoon Tea, gara bellissima, perchè le proposte sono tante, coinvolgenti ci vorrebbero giornate intere per stilare menù di tutti i tipi, ma stressante, per una come me incastrare il tutto non è facile le varie preparazioni, studiare ricette non mie, ma come sempre se non ce da faticare la bellezza del MTC finisce, quindi armata di pazienza ho letto, esaminato, tradotto, per una capra come me in inglese è una vera sfida, rubato ricette di qua e là, sono riuscita a mettere su questo menù semplice ma che mi ha soddisfatto tantissimo, chissà se la regina Elisabetta fosse soddisfatta, lei donna immortale, elegante e con una classe da fare invidia, io una delle tante foodblogger che cerca sempre di imparare e sperimentare ricette nuove! Spero di aver fatto tutto giusto, dalla scelta delle singole portate ma sopratutto la scelta del tè, nell'erboristeria del mio paese due varianti di tè nero hanno, e tra quella aromatizzata al gelsomino, non ricordo il temine in inglese e l'Orange pekeo, ho dovuto optare per questa perchè io non posso sentire l'odore del gelsomino quindi la scelta è stata obbligata!
Ho deciso di pubblicare oggi, perchè questo mio piccolo spazio compie 8 anni di vita, MTC è uno dei motivi, come spesso ho detto, per quale ancora esiste Olio e Aceto, quindi, anche se solo in modo virtuale, festeggio con tutti coloro che mi seguono e con tutta la community! Grazie sempre di tutto!
Vi lascio gustare la mia proposta per un Afternoon Tea speciale, un abbraccio, Fabiola.

la mia proposta per Afternoon Tea:

battenberg cake:
  • 175 g di burro morbido
  • 175 g di zucchero semolato 
  • 140 g di farina 00
  • 50 g di farina di mandorle
  • ½ cucchiaino di lievito per dolci
  • 3 uova medie
  • ½ cucchiaino di estratto di vaniglia
  • ¼ cucchiaino di estratto di mandorle mandorle
  • colorante alimentare arancio
  • colorante alimentare giallo
per la copertura:
  • 300 g di pasta di marzapane
  • 150 g di confettura di albicocche Vis
  • zucchero a velo per stendere il marzapane
preriscaldate il forno a 170° C, in una terrina montare il burro con lo zucchero, lavorare per 5 minuti, unite il resto degli ingredienti, tranne i coloranti, continuate a lavorare con le fruste, appena il composto è liscio, dividetelo in due parti uguali colorate con i rispettivi coloranti, mescolate per bene, rivestite uno stampo da plumcake, dividendolo in due con la carta da forno, versate i due composti, infornate per 25/30 minuti, fate la prova stecchino, se è cotto sfornate e fate raffreddare, appena è del tutto freddo, tagliate 4 fette di ugual misura, nel vassoi di portata disponete la fetta di cake gialla accanto a quella arancione, spennellate uno strato di confettura, adagiate sopra le altre due fette di cake invertendo l'ordine di colori rispetto alla base, stendete il marzapane aiutandovi con lo zucchero a velo, spennellate la superfici del marzapane, io l'ho colorato con il giallo, con la confettura e adagiate sulla cake, modellate con le mani, con il restante marzapane l'ho utilizzato per fare i decori, colorandolo con l'arancio, tagliate la punta della cake, in modo tale che si vede l'effetto scacchi.



Orange curd linzer cookies:
  • 3 tazze di farina 00
  • 1½ cucchiaini di lievito per dolci
  • ½ cucchiaino di sale
  • 1 tazza di burro salato, ammorbidito
  • 1 tazza di zucchero
  • 1 uovo grande
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
per la Orange curd:
  • 1 arancia
  • 20 g di burro
  • 50 g di zucchero
  • 1 uovo
  • 1/2 cucchiaino di maizena
preparate il giorno prima la orange curd, grattugiate, finemente la scorza dell'arancia e unitela al succo filtrato dell'arancia stessa. A bagnomaria in pentolino, fate sciogliere il burro, a parte montate l'uovo con lo zucchero. Appena il burro si è sciolto unite l'uovo montato, e il succo dell'arancia, mescolate, unite la maizena e continuate a mescolare, fate addensare. Sterilizzate il barattolo, io due minuti nel microonde, versate la orange curd tappate, capovolgete e fate raffreddare completamente. 
per i biscotti, in una ciotola unite farina, lievito e sale, a parte montate il burro con lo zucchero per circa 5 minuti, appena il composto diventa soffice unite la vaniglia e l'uovo, continuate a lavorare, gradualmente aggiunte la farina appena il composto è del tutto liscio e omogeneo, dividetelo in due avvolgetelo nella pellicola e mettete a riposare per 1 ora nel frigo. Preriscaldate il forno a 170° C, spendete il primo impasto alto circa 3mm e con un cutter ricavate la base dei biscotti, io ne ho utilizzato uno di circa 6 cm, trasferite i biscotti in una teglia ricoperta da carta da forno, rimettete in frigo per 10 minuti, infornate per 10/12 minuti, fate lo stesso con il restante impasto, l'unica differenza che per il secondo panetto dovete ricavare i biscotti e con un cutter più piccolo, io ho utilizzato uno a forma di fiore incidere la parte centrale, ripetete lo stesso passaggio, quindi fate riposare in frigo per 10 minuti e poi infornate, appena tutti i biscotti sono cotti, fate raffreddare su una gratella, componete i biscotti, prendere una base, al centro mettete un cucchiaino di orange curd e chiudete con il biscotto inciso.



per i mini buns:
la ricetta che ho utilizzato è quella di Arianna, ho solo aromatizzato con il limone grattugiato


  • 125 g di farina 00
  • 125 g di manitoba
  • 130 g di latte
  • 20 g di burro
  • 10 gi di zucchero
  • 5 g di strutto
  • 4 g di lievito di birra secco
  • 1 cucchiaino di miele 
  • buccia di limone grattugiata
  • 1 uovo
  • un goccio di latte
  • burro
  • confettura di albicocche Vis
per servirli:


Sciogliete nel latte miele e lievito, in una planetaria unite le farine setacciate, unite il latte a poco a poco, aggiungete il burro e lo strutto, lo zucchero il sale, e la buccia di limone, lavorate finchè l'impasto non risulta liscio ed omogeneo, coprite con la pellicola e fate lievitare fino al raddoppio. Riprendete l'impasto, formate un rettangolo dividetelo idealmente in 3 parti e piegate la parte destra al centro, fate lo stesso con la sinistra, sopra la destra, rigirate di 90° e fate lo stesso. fate riposare l'impasto con la chiave rivolta verso il basso, coprendo con un panno per mezz'ora, formate i buns, circa 30 g l'uno, trasferiteli in una teglia ricoperta da carta da forno, schiacciateli un pò con il palmo delle mani, ricoprire con la pellicola e fate riposare per un'altra mezz'ora. Riscaldate il forno a 180° C, sbattete l'uovo con il latte, spennellate la superficie dei buns cospargete con i semi di papavero ed infornate per 15 minuti, appena sono dorati sono cotti, sfornate e fate raffreddare in una gratella. 
Tagliateli a metà e condite con il burro, morbido e la confettura di albicocche.

per il tè:
  • acqua di buona qualità
  • 2 cucchiaini di tè Orange Pekoe
  • zucchero
  • limone o latte
come prima cosa riscaldate la teiera e le due tazze, appena sono calde eliminare l'acqua, unite nella teiera il tè con l'acqua calda alla temperatura di circa 100° C, lasciare in infusione per 4/5 minuti, filtrate e servite, a seconda dei gusti si più servire con limone o latte, quest'ultimo solitamente si aggiunge sempre dopo, mettere sempre una seconda teiera con acqua calda, per aggiustare la temperatura del tè a seconda dei gusti.

Ricette prese da:
Cake
Cookies



banner_sfidadelmese_71


martedì 13 marzo 2018

Bicchieri di ricotta su letto di pan di spagna al cacao e cioccolato affumicato alla cannella

Buongiorno e buon martedì, GN della ricotta per il Calendario de cibo italiano, io non potevo mancare, la nostra ricotta di pecora fresca è uno dei pilastri della nostra cucina. 
Appena la community del calendario ha "chiamato" la giornata mi sono proposta subito, immaginando una ricetta totalmente diversa, si perchè doveva essere un rotolo al cacao con ricotta, avevo anche immaginato la foto, semplice, ma che allo sguardo, la voglia di addentare lo schermo doveva essere troppa, invece ecco che il disastro è stato dietro l'angolo, pan di spagna fatto, morbido e fragrante, crema altrettanto, arriva il momento di arrotolare ed ecco che il rotolo è diventato quadrato, si è aperto da tutte le parti, non potete immaginare come mi sono sentita, più che altro dovevo consegnare la mia ricetta e non avevo nulla in mano, dopo essermi consultata con le mie amiche, che dirigono alla perfezione la community, sono riuscita a tirare fuori questi bicchierini, nulla di speciale, ma alla fine riusciti molto bene, insomma ho cercato di salvare il salvabile.
Vi alla ricetta, godetevi anche le altre ricette della giornata, un abbraccio, Fabiola.

Ingredienti per 6 bicchieri:

per il pan di spagna al cacao
  • 1 uovo
  • 40 g di farina 00
  • 10 g di cacao amaro
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • 50 g di zucchero
  • 20 ml di latte
per comporre il bicchiere:
  • 150 g di ricotta di pecora
  • 80 g di zucchero semolato
  • cioccolato affumicato qb
  • granella di pistacchio
preriscaldate il forno a 160°, montate l'uovo con lo zucchero, appena avete ottenuto un composto spumoso, unite farina cacao e lievito setacciati, mescolate delicatamente, dal basso verso l'alto, unite il latte e amalgamate per bene, rivestite una teglia con la carta da forno, versate il composto, livellate e infornate per 6/7 minuti. Nel frattempo preparate la crema di ricotta, lavorate ricotta, scolata almeno due giorni, con lo zucchero, dovete ottenere una crema liscia. Appena il pan di spagna è cotto, lasciate raffreddare completamente, sbriciolatelo, formate la base del bicchiere, con un cucchiaio fate lo strato di ricotta, sciogliete il cioccolato, precedentemente affumicato, trovate qui il procedimento, versate sulla crema di ricotta, guarnite con la granella e servite subito.